Fondazione Azione Cattolica Scuola di Santità
CATHOLIC ACTION SCHOOL OF SANCTITY FOUNDATION
FUNDACIÓN ACCIÓN CATÓLICA ESCUELA DE SANTIDAD
Pio XI
Fondazione Azione Cattolica Scuola di Santità
CATHOLIC ACTION SCHOOL OF SANCTITY FOUNDATION
FUNDACIÓN ACCIÓN CATÓLICA ESCUELA DE SANTIDAD
Pio XI

Pier Giorgio Frassati e Marcel Callo Patroni della GMG di Lisbona 2023

Due testimoni di Azione Cattolica come modello per i giovani

Oggi la Sala Stampa della Santa Sede ha diffuso la presentazione dei  tredici patroni della GMG 2023, scritta dal Patriarca di Lisbona, il cardinale Manuel Clemente e inserita come prefazione ad un libro pubblicato dalle Edizioni Paoline e dalle Edizioni San Paolo. Sono santi e beati che hanno dimostrato come la vita di Cristo riempia e salvi i giovani di ogni epoca.

Tra loro due testimoni dell’Azione Cattolica, il Beato Pier Giorgio Frassati e il Beato Marcel Callo. Due giovani che hanno incarnato il Vangelo alla scuola di santità dell’Azione Cattolica.

Pier Giorgio nel 1919 s’iscrive alla FUCI e partecipa attivamente al Circolo Cesare Balbo. Nel luglio del 1923, quando a Pollone, il paese d’origine dei genitori, viene fondato il circolo della Gioventù Cattolica, Pier Giorgio è invitato ad essere padrino della bandiera. Egli vive la dimensione nazionale e internazionale della FUCI e della GIAC partecipando a convegni e congressi.

Marcel all’età di 15 anni, si iscrive alla Gioventù operaia cristiana (Joc-movimento di AC), convinto della necessità di essere apostolo tra gli operai.

La nota della Sala Stampa vaticana presenta le due figure:

Il Beato Pietro Giorgio Frassati, che fino alla sua morte, avvenuta a Torino nel 1925 all’età di 24 anni, ha commosso tutti con il dinamismo, la gioia e la carità con cui ha vissuto il Vangelo, sia scalando le Alpi che servendo i poveri. San Giovanni Paolo II lo ha definito “l’uomo delle otto beatitudini”.

Il Beato Marcel Callo, nato a Rennes e morto nel campo di concentramento di Mauthausen nel 1945. È stato scout e poi Joc (Gioventù Operaia Cattolica) e quando, all’età di 22 anni, è stato chiamato a svolgere il lavoro obbligatorio in Germania, è partito con la ferma intenzione di continuare l’apostolato in questa durissima condizione. Per questo motivo fu poi portato nel campo di concentramento dove morì.

Condividi su facebook
Condividi su twitter

© fondazione azione cattolica scuola di santita’ pio xi 2020
info@fondazionesantiac.org

San Giovanni Paolo II all’Azione Cattolica Loreto, 5 settembre 2004

«Il dono più grande che potete fare
alla Chiesa e al mondo è la santità».