Giovanni Acquaderni e Mario Fani
16 marzo 1839, Castel San Pietro dell'Emilia - 1922, Bologna
24 ottobre 1845, Viterbo - 4 ottobre 1869

L'abbandono dell'idea e della vita cristiana porta con sé l'egoismo: è questa una verità che non ha bisogno di prove, o che, se ne avesse, troverebbe prove ogni giorno nella vita comune. Gesù Cristo ha portato in terra l'amore, ed egli non vuole altro se non che gli uomini ne abbiano infiammato il cuore; la Chiesa ha mantenuto e mantiene questo sacro fuoco. "Vedete come i cristiani si amano" era l'osservazione prima e più vera che facevano gli antichi gentili sui convertiti: vedete come si amano i cattolici, deve essere l'osservazione dei nuovi pagani sulla nostra condotta. (...) Parlo dell'esercizio di questa carità verso il prossimo.
(Giovanni Acquaderni, da Raccordi ai suoi amici)